PROTEGGIAMO LA NOSTRA CASA!

scuola-pace

Un programma nazionale di educazione alla pace e alla cittadinanza glocale
(anno scolastico 2016-2017)

Il programma “Proteggiamo la nostra casa” è promosso dal Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la Pace e i Diritti Umani, dalla Tavola della Pace e dalla Rete Nazionale delle Scuole di Pace, nell’ambito del Protocollo d’intesa sottoscritto con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca il 28 aprile 2016.

Giovedì 18 giugno 2015, Papa Francesco ha diffuso una lettera enciclica
intitolata “Laudato sì” per invitarci ad affrontare assieme le principali sfide del
nostro tempo: dal deterioramento della salute del pianeta ai conflitti, alle
migrazioni, all’impoverimento di tanta parte dell’umanità. La lettera,
indirizzata ai credenti di tutte le fedi e ai non credenti, nasce dalla volontà di
promuovere il cambiamento necessario per “uscire dalla spirale di
autodistruzione in cui stiamo affondando.”

Si tratta di un documento d’importanza storica, ricco di analisi, riflessioni e
proposte concrete che meritano di essere conosciute e studiate da tutti. Un
prezioso strumento per capire cosa sta accadendo nel mondo ed educarci a
vivere assieme responsabilmente nell’era della globalizzazione e
dell’interdipendenza.

Il suo contenuto si incrocia con i 17 “Obiettivi di Sviluppo Sostenibile” definiti
dai governi dell’Onu nel 2015 per sradicare, entro il 2030, povertà, fame,
disuguaglianze, ingiustizie, pericoli ambientali e promuovere la cooperazione
internazionale.

Papa Francesco e le Nazioni Unite ci pongono davanti alla necessità di
assumere la grande “sfida educativa” che viene dall’urgenza di affrontare le
crisi globali che incombono, anche cambiando “stili di vita, modelli di
produzione e di consumo.”

Raccogliendo questa sfida, il programma “Proteggiamo la nostra casa”
propone a ogni scuola di:

  1. ideare e realizzare un laboratoriodi educazione alla pace e alla
    cittadinanza glocale, a partire dall’illustrazione e dallo studio della
    lettera enciclica “Laudato sì” e degli “Obiettivi di Sviluppo Sostenibile”;
  2. promuovere la partecipazione degli studenti e delle scuole alla Marcia
    PerugiAssisi della pace e della fraternità del 9 ottobre 2016;
  3. condividere i risultati partecipando al Meeting nazionale delle scuole di
    pace che si svolgerà a Roma 
    a conclusione dell’anno scolastico.

GLI OBIETTIVI GENERALI

Il programma “Proteggiamo la nostra casa” si propone di:

  1. educare gli studenti alla pace e alla cittadinanza glocale (locale, nazionale,
    europea, mondiale) fornendo loro alcune delle competenze sociali e civiche
    indispensabili per entrare nel mondo del lavoro, affrontare responsabilmente le
    grandi sfide del 21° secolo e interagire con soggetti, culture, religioni e ambienti
    molto diversi;
  2. elaborare e sperimentare nuovi itinerari didatticiper l’educazione alla
    cittadinanza attiva centrati in particolare sul (1) protagonismo degli studenti
    (anche in un’ottica di alternanza scuola lavoro), (2) l’educazione all’uso critico
    dei media e dei new media sia come elementi chiave di ambienti di
    apprendimento che come strumenti di comunicazione, (3) la collaborazione tra
    le scuole e gli Enti Locali per lo sviluppo di una più ampia comunità educativa;
  3. contribuire al rinnovamento della didattica e dell’azione delle scuolenel
    campo dell’educazione alla cittadinanza attiva, favorire l’elaborazione delle
    linee guida per l’educazione alla pace e alla cittadinanza glocale e accrescere la
    formazione del personale docente;
  4. favorire il diretto intervento della scuola come intellettuale sociale nel
    territorio di riferimento, in collegamento con le amministrazioni locali e la
    società civile, per promuovere concrete attività di pace e realizzare percorsi di
    impegno civile.

Attenti ai bisogni dello studente


CONNESSI ALLA REALTA’ GLOCALE

Il programma “Proteggiamo la nostra casa” è uno strumento per educare alla
pace e preparare i giovani a vivere da cittadini consapevoli e responsabili
nell’era della globalizzazione e dell’interdipendenza.

L’incapacità di conoscere e capire il mondo in cui si vive causa conflitti,
sfiducia, disoccupazione, disagio ed emarginazione sociale, povertà,
disuguaglianze, aggressività, violenza.

In un mondo globalizzato, interconnesso e interdipendente, in continuo rapido
cambiamento, è vitale che i giovani acquisiscano le conoscenze e le capacità
necessarie per vivere e lavorare assieme a persone diverse, per risolvere
problemi complessi e affrontare sfide glocali.

Il programma “Proteggiamo la nostra casa” intende rispondere a questa
urgenza mettendo al centro gli studenti e il loro bisogno di:

  • assumere consapevolezza dei problemi del mondo contemporaneo e
    delle molteplici dimensioni della cittadinanza glocale (locale, italiana,
    europea, globale);
    impararead affrontare problemi difficili e complessi;
    • prepararsi ad affrontare le sfide glocali del 21° secolo;
    • sentire la costruzione della pace e la promozione dei diritti umani come
    compito di ogni persona;
    • sentirsi protagonisti della propria esistenza e della comunità in cui si
    vive;
    • imparare a prendere la parola, a condividere le conoscenze e
    comunicare;
    • fare esercizi di responsabilità e di cittadinanza attiva;
    • sviluppare capacità e consapevolezza critica;
    • sottoporre a visione critica concezioni della realtà stereotipate e
    pregiudiziali;
    • conoscere e assumere modalità nonviolente di gestione dei conflitti;
    • apprendere in contesti innovativi, sia sul versante della didattica che dei
    temi affrontati;
    • imparare ad utilizzare i nuovi media e sviluppare la propria dimensione
    di nativi digitali nella costruzione di competenze di cittadinanza;
    • sentirsi al centro dei processi di apprendimento.

UN PROGRAMMA DIFFERENTE

Il programma “Proteggiamo la nostra casa” consente di:

  • educare alla pace e alla cittadinanza glocale;
  • suscitare l’interesse e il protagonismo degli studenti sviluppando la loro
    capacità di prendere la parola, dibattere e comunicare;
  • affrontare i temi di più grande attualità (per una scuola connessa alla
    realtà e al presente);
  • sviluppare la capacità degli studenti di affrontare problemi difficili e
    complessi (per una scuola che è anche centro di ricerca e laboratorio
    culturale);
  • promuovere il diretto intervento della scuola (intellettuale sociale) nel
    territorio e sviluppare la collaborazione tra le scuole, gli Enti Locali e le
    organizzazioni della società civile;
  • ideare e sperimentare nuovi itinerari didattici per l’educazione alla
    cittadinanza glocale anche nell’ottica dell’alternanza scuola-lavoro;
  • educare all’uso critico dei media e dei new media sia come elementi
    chiave di ambienti di apprendimento che come strumenti di
    comunicazione;
  • accrescere la formazione del personale docente e contribuire al
    rinnovamento della didattica.

* * *

IL PERCORSO DIDATTICO IN 9 FASI

Le scuole/classi che aderiscono al programma “Proteggiamo la nostra casa”
sono invitate a ideare e inserire nel POF 2016-2017 un percorso didattico che
includa le seguenti attività:

  1. Partecipiamo alla Marcia Perugi Assisidella pace e della fraternità in
    programma domenica 9 ottobre 2016. Sarà un bell’esercizio di responsabilità, di
    partecipazione civile, di crescita personale e una preziosa occasione per sentirsi
    protagonisti della costruzione di un mondo più giusto, pacifico e solidale (vedi
    la guida per la partecipazione www.lamiascuolaperlapace.it).
  2. Leggiamo e commentiamo la “Laudato sì”. La lettera di Papa Francesco è un
    documento ricco e complesso. Per facilitarne la lettura abbiamo predisposto una
    sintesi scegliendo le parole e le espressioni usate dal Papa che ne racchiudono il
    messaggio e la sfida più importante: dobbiamo imparare a prenderci cura gli
    uni degli altri e della nostra casa comune.
  3. Scopriamo gli “Obiettivi di Sviluppo Sostenibile”.Il 1 gennaio 2016, il
    mondo ha iniziato a lavorare per realizzare l’Agenda 2030 per lo Sviluppo
    Sostenibile per affrontare le sfide più urgenti dei prossimi 15 anni. Questa
    Agenda, approvata dai governi di tutto il mondo, contiene 17 obiettivi da
    raggiungere per sradicare la povertà e migliorare le condizioni di vita di milioni
    di persone. Per realizzare questo piano c’è bisogno dell’impegno responsabile
    dei governi ma anche di tutti i cittadini.
  4. Scegliamo insieme “il problema” che vogliamo studiare tra quelli indicati
    nella “Laudato sì” o negli “Obiettivi di Sviluppo Sostenibile”. In questo modo
    avviamo il laboratorio in classe (I parte) decidendo di cosa ci vogliamo
    occupare.
  5. Studiamo il problema. Laboratorio in classe (II parte). Il laboratorio include
    le seguenti fasi: 1) Ricercare e studiare le informazioni raccolte. 2) Analizzare il
    problema e costruire una mappa concettuale. 3) Organizzare una presentazione
    del problema.
  6. Cerchiamo insieme la soluzione. Laboratorio in classe (III parte): Il
    laboratorio prosegue nel seguente modo: 1) la classe si suddivide in gruppi; 2) i
    gruppi si confrontano sul problema e le possibili soluzioni; 3) nei gruppi si
    identificano le tesi e le proposte; 4) i gruppi discutono le tesi e le proposte
    emerse; 5) la classe decide quali sono le proposte di soluzione da promuovere.
  7. Prepariamoci a comunicare. Elaboriamo un prodotto finale per presentare il
    problema e le proposte.
  8. Parliamone con gli altri.E’ il tempo di agire. Organizziamo un
    dibattito/conferenza/incontro/manifestazione pubblica di presentazione delle
    proposte elaborate a scuola con il coinvolgimento delle famiglie, delle
    istituzioni locali, delle associazioni e della cittadinanza.
  9. 9. Partecipiamo al Meetingconclusivo condividendo i risultati del laboratorio.

* * *

Il Programma è parte integrante del percorso nazionale di educazione alla pace
e alla cittadinanza denominato “La mia scuola per la pace” promosso sin dal
1995 dal Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la Pace e i Diritti
Umani e dalla Tavola della pace.

Perugia, 31 agosto 2016

Per adesioni e ulteriori informazioni:
Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la Pace e i Diritti Umani
via della Viola 1 (06122) Perugia – tel. 075/5737266 – 335.1459158 –
fax 075/5721234 – email info@scuoledipace.it
www.lamiascuolaperlapace.it
www.cittaperlapace.it – www.perlapace.it – www.perugiassisi.org

 

0 Responses to “PROTEGGIAMO LA NOSTRA CASA!”



  1. Leave a Comment

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s




September 2016
M T W T F S S
« Aug   Nov »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

Enter your email address to subscribe to this blog and receive notifications of new posts by email.

Join 1,306 other followers

Blog Stats

  • 25,480 hits

%d bloggers like this: